I tempi cambiano, dicono, e forse mai come oggi si è vista un’attenzione così grande verso l’impatto ambientale che il nostro sviluppo, in quanto società complessa, ha sul pianeta Terra. L’eco-sostenibilità dell’esistenza umana è uno dei grandi temi con cui, nel bene o nel male, deve misurarsi l’uomo post moderno, che poggia un piede tra i fumi dell’epoca industriale novecentesca e l’altro negli anni duemila, con la loro attenzione verso l’ecologia e lo sviluppo sostenibile.

Non è un mistero che l’uso e l’abuso delle risorse naturali e dei combustibili fossili ha avuto conseguenze disastrose per il nostro ecosistema, tanto che adottare uno stile di vita green non è più tanto una questione di scelta personale, quanto una vera e propria necessità per salvaguardare il nostro futuro e quello del pianeta stesso. È necessario cominciare da subito ad adottare una serie di micro accorgimenti cambiando progressivamente le nostre abitudini di vita e il modo in cui pensiamo il nostro vivere nella società.

Alimentazione e cure naturali

alimentazione sana
alimentazione sana

Innanzitutto vivere in modo sostenibile significa rientrare in contatto con la natura, sapendo quindi sfruttare le proprietà e i benefici di quest’ultima per rimediare a disturbi o malesseri comuni senza ricorrere all’uso di farmaci o medicinali. Per esempio il tiglio e il biancospino sono ottimi rimedi contro l’insonnia mentre il finocchio e il tarassaco possiedono proprietà disintossicanti. Erbe e piante possono essere trattate facilmente in casa per preparare infusi e decotti da cui è facilmente possibile trarre benefici per corpo e mente: basta scoprire l’erba giusta per le nostre esigenze.

Cosa fare riguardo all’alimentazione invece? Contrariamente a quanto si tende ad immaginare, per rendere anche i nostri pasti un momento green non serve necessariamente adottare una dieta vegetariana o vegana, ma bastano una serie di piccole accortezze. È buona norma, prima di tutto, privilegiare i prodotti locali e di stagione, non gravati dalle spese e dall’impatto ambientale del trasporto; è bene poi ridurre (ma non eliminare) i consumi di carne, molto impattante per quanto riguarda il consumo delle risorse idriche negli allevamenti e aumentare contemporaneamente il consumo di proteine vegetali, utili per assumere tutte le sostanze nutritive necessarie per una vita sana.

Un’ottima modalità di riduzione degli sprechi, infine, può essere la pianificazione dei pasti settimanali. Decidere cosa mangiare, comprando solo quello che serve, farà in modo che abbiate sempre già pronto il vostro pasto, senza dover correre al supermercato all’ultimo minuto e rischiare di comprare alimenti ad impatto ambientale molto alto. Un’ultima nota importante su questo argomento riguarda il consumo di acqua in bottiglia, insostenibile dal punto di vista ambientale e potenzialmente tossica qualora le bottiglie non siano trattate nel modo corretto. È quindi preferibile optare per l’acqua del rubinetto, in Italia sottoposta e controlli ben più severi rispetto a quella imbottigliata.

Cosa fare in casa

eco design
eco design

Lo stile di vita sostenibile non passa però solo attraverso alimentazione e il contatto con la natura, ma può essere anche parte integrante delle nostre case. L’ultima tendenza in ambito green è infatti quella della casa ecologica, realizzata con materiali a basso impatto ambientale ed energetico. Naturalmente non serve costruire una casa dalle fondamenta, ma ci sono una serie di soluzioni semplici e utili per rendere la nostra abitazione quanto più possibile ecologica. Un primo punto è sicuramente rappresentato dai mobili, in particolare quelli di cartone. Il cartone infatti, oltre ad essere ecosostenibile, è anche economico e la mobilia realizzata con questo materiale è sia facilissima da assemblare sia perfettamente in grado di sostenere anche pesi molto elevati.

È anche possibile scegliere per la propria abitazione dei rivestimenti per pareti e pavimenti in cotone o seta, che hanno il vantaggio di contribuire alla coibentazione delle pareti, ovvero rendendole in grado di mantenere il fresco in estate e il caldo in inverno, offrendo anche una discreta insonorizzazione. Persino la tinteggiatura delle pareti può essere eseguita con tinture ecologiche, a base di latte, alghe, albume d’uovo e terre colorate.

Energia green, il futuro è già qui

casa eco
casa eco

Una nota finale sull’energia green è d’obbligo. Il settore energetico rappresenta attualmente il responsabile di ben l’80% delle emissioni di gas serra totali, è quindi non solo auspicabile, ma necessario, convertire, almeno in parte, questa enorme industria all’eco-sostenibilità. Fortunatamente l’attenzione verso questo argomento si sta ingrandendo sempre di più e le soluzioni per integrare scelte a basso impatto ambientale stanno diventando realtà anche per quanto riguarda l’energia, basti pensare all’enorme sviluppo che ha avuto la mobilità elettrica negli ultimi anni per rendercene conto.

Contemporaneamente alla progressiva virata verso l’elettrico da parte del trasporto pubblico e privato si registra una sempre maggiore attenzione anche verso il settore fotovoltaico ed eolico, entrambe energie rinnovabili che permettono di ridurre l’inquinamento ad un costo estremamente più basso rispetto ai tradizionali combustibili fossili.

Ma alla fine cosa vuol dire vivere green? Vuol dire imparare a prendersi cura di sé stessi e degli altri, sempre con un occhio di riguardo verso la salute dell’ambiente che ci circonda, perché il futuro del nostro pianeta deve essere già pianificato adesso per poterne garantire la buona salute delle nuove generazioni.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by