Nel mondo della mobilità c’è chi pensa ad un futuro sostenibile investendo non solo nell’elettrico ma anche nell’idrogeno. Lo fa guardando al futuro senza perdere di vista il passato con le tradizioni tanto care ai più appassionati. Stiamo parlando di Toyota che recentemente ha presentato due nuovi veicoli green: la AE86 Trueno alimentata ad idrogeno e la Toyota AE86 Levin elettrica al 100%.

Scopriamole insieme.

AE86 Trueno ad idrogeno

La prima vettura, AE86 Trueno (con fari a scomparsa), punta all’innovazione ma non sdegna la tradizione. Il design è molto simile a quello originale della leggendaria automobile divenuta celebre grazie al manga Initial D, così come il motore che è stato adattato alla nuova alimentazione. Quale? Quella ad idrogeno, i cui due serbatoi ad alta pressione sono stati installati nella parte posteriore dell’auto.

Questa soluzione consente di mantenere invariato il suono del motore e le prestazioni, senza eliminare il piacere di guida per i puristi. Allo stesso tempo senza inquinare come un mezzo ad alimentazione tradizionale.

AE86 Levin elettrica

La seconda vettura è la AE86 Levin, il cui motore è completamente elettrico. Anche per questo modello Toyota ha prestato particolare attenzione preservando alcuni piaceri per gli amanti di una guida classica; in questo caso, la casa automobilistica giapponese lo ha fatto montando un cambio manuale a 5 rapporti, sviluppato in modo specifico per le automobili elettriche.

La strategia di Toyota

Questi due nuovi mezzi sostenibili per ora sono ancora prototipi, ma l’obiettivo è quello di lanciarli sul mercato nel prossimo futuro e il fatto di averli presentati insieme mostra chiaramente la strategia che Toyota sta portando avanti ormai da un po’ di tempo: puntare sulla sostenibilità percorrendo svariate strade che possano far avvicinare al mondo della mobilità green differenti tipologie di clienti.

Ma non solo: la tattica sembrerebbe anche quella di non perdere i clienti “puristi” dei motori tradizionali, cercando di mantenere alcuni elementi della guida classica, magari facendo avvicinare pian piano anche loro al mondo della mobilità sostenibile. Del resto, come scriveva Oscar Wilde, “la tradizione è un’innovazione ben riuscita”.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by