Nuovi modelli, prezzi più accessibili, possibilità di sharing. E il mercato fermenta.

Vendite: elettrico batte tradizionale

Il mercato delle bici elettriche è in piena fioritura. Stando ai dati del Politecnico di Milano presentati di recente a That’s Mobility, nel 2018 le vendite delle e-bike si attestano a circa 173 mila unità con un tasso di crescita del +16,8%, contro i 1,4 milioni delle biciclette tradizionali (- 7,7% rispetto al 2017). Nel bike-sharing le unità sono 35 mila e ottocento, ma sono ancora poche quelle elettriche: l’8%, circa 2800 in tutto.

Una soluzione ecologica…

I motivi alla base di questo successo sono diversi. Le e-bike rappresentano un’ottima soluzione eco-sostenibile per gli spostamenti in città, molto apprezzate da chi deve compiere brevi tragitti casa-lavoro o in sostituzione ai mezzi pubblici. Sono mezzi versatili, leggeri e adatti anche per il tempo libero. Perciò, sempre più aziende decidono di investire nel settore delle e-bike proponendo modelli via via più innovativi.

…ma costosa? Solo all’apparenza

L’unica barriera all’acquisto sembra essere il prezzo – la fascia con il migliore rapporto qualità/prezzo è quella intorno a 1100-1400€. Per questa cifra si possono trovare bici di qualità, leggere, con motori senza spazzole leggeri ed efficienti (brushless), telai in alluminio e batterie al litio.

Se si scende di prezzo, nella fascia economica sui 900-1000€, si trovano bici con componenti meno avanzati: motori poco efficienti, batterie meno potenti dello standard 250W, freni di scarsa qualità, telai spesso in acciaio… Ciò significa bici pesanti (fra i 27 e i 30 kg) e con scarsa autonomia.

Se invece si sale oltre i 1500€, si possono acquistare ottime bici con componenti della massima qualità: motori silenziosi, batterie ad elevata capacità, computer di bordo con funzioni avanzate, freni a disco, selle comode anche per lunghi tragitti, oltre a telai dall’estetica accattivante.

Se la bici elettrica va a sostituire un’automobile la spesa sarà ammortizzata in poco tempo, considerato il risparmio sul carburante, sui parcheggi, sull’assicurazione e sulla manutenzione – le case produttrici “serie” assicurano un adeguato supporto post-vendita. Certo, per chi desidera acquistare una e-bike come mezzo di trasporto aggiuntivo, si tratta di una spesa non indifferente. In ogni caso, il mercato si sta adeguando per offrire e-bike di buona qualità a prezzi più ragionevoli.

FASCIA BASSAFASCIA MEDIAFASCIA ALTA
PREZZO900 -1.000 euro1.100 – 1.400 euro> 1.500 euro
PESO27 -30 kg25 – 27 kg>25 kg
MOTOREsul motore anteriorebrushlessbrushless
TELAIOacciaioalluminiocarbonio
I PROeconomicamiglior rapporto qualità/prezzocomoda, tecnologica, resistente
I CONTRO pesante, scarsa, economicacostosa, se acquistata come mezzo accessoriocostosa
Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by