Le auto elettriche sono considerate da tutti ecologiche, sostenibili e la soluzione perfetta per ridurre la percentuale di inquinamento globale grazie alle loro emissioni estremamente ridotte rispetto alle controparti a benzina. Ma quanto sono green in realtà? Se da una parte è vero che non emettono gas di scarico, dall’altra le macchine elettriche non sono completamente prive di sostanze inquinanti.

Un problema di energia

Ovviamente su strada l’elettrico è pulito, ma questo non significa che l’intera filiera produttiva lo sia. Basti pensare in particolare alla produzione delle batterie e allo stoccaggio dell’energia elettrica. Per far luce su questa tematica, ricercatori dell’istituto Paul Scherrer di Villigen (Svizzera) hanno analizzato il fenomeno dal punto di vista della produzione, dell’utilizzo e dello smaltimento di ciascun componente di un’auto elettrica. Il risultato dello studio che le auto elettriche sono le più ecologiche, quanto meno in Svizzera, dove il 60% dell’energia proviene da centrali idroelettriche.

A questo punto però sorge un tema importante. Per avere più autonomia, le vetture elettriche si affidano a batterie sempre più grandi. Ciò comporta una produzione con un maggiore impatto ambientale, anche se i ricercatori dell’istituto Paul Scherrer rimangono convinti che le auto elettriche restino più ecologiche dei modelli a combustione. È però importante sottolineare che la Svizzera rappresenta un caso particolarmente virtuoso e la situazione non si può dire così rosea per il resto dell’Europa. Nel vecchio continente infatti buona parte della corrente elettrica viene generata ricorrendo all’utilizzo di combustibili fossili, rendendo quindi nullo il beneficio di portare un’elettrica su strada. Risulta evidente che per rendere questa mobilità del tutto green sia necessario, oltre ad incentivare l’utilizzo dell’elettrico, potenziare il ricorso a fonti di energia rinnovabili.

Le batterie e le terre rare

Il problema maggiore per le auto elettriche è produrre in modo sostenibile gli organi di trasmissione e la batteria. Il motore poi contiene terre rare, che si estraggono con procedimenti multifase, richiedendo un’enorme quantità di energia. In particolare l’estrazione del litio, elemento fondamentale per la costruzione delle batterie, richiede grandi quantità di acqua e produce svariate tonnellate di polveri inquinanti.

La mobilità del futuro è green e le auto elettriche rimangono comunque più ecologiche di quelle tradizionali. Una cosa è però sicura: per incentivare la mobilità elettrica e proteggere il nostro pianeta non basta introdurre l’elettrico sulle nostre strade. Occorre potenziare le energie rinnovabili, perché più green diventerà la corrente più vantaggioso sarà il passaggio alla tecnologia elettrica. È infine fondamentale invogliare i cittadini ad acquistare veicoli elettrici con agevolazioni fiscali e finanziarie, ma anche con vantaggi concreti come delle corsie preferenziali lungo le strade. Gli esempi virtuosi già ci sono, non resta che stare al passo.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by