I monopattini elettrici sono i mezzi green che nell’ultimo periodo si stanno diffondendo sempre più rapidamente. Sono molti, infatti, i cittadini che negli ultimi mesi, sfruttando anche il recente bonus mobilità, hanno deciso di acquistarne uno per gli spostamenti in città e parallelamente stanno aumentando anche i servizi in sharing.

Il problema dei parcheggi

Da una parte il rapido boom di questi mezzi rappresenta un’ottima occasione per lo sviluppo della mobilità sostenibile, dall’altra ha creato non pochi malumori. Uno dei disagi più impattanti per la cittadinanza riguarda l’inciviltà da parte di alcuni fruitori che parcheggiano in modo scorretto, lasciando il proprio mezzo in luoghi che intralciano il passaggio dei pedoni: capita addirittura di trovarne alcuni lasciati negli stalli per disabili.

Per evitare di creare problemi alla cittadinanza e far accettare più facilmente la loro presenza a tutti, è indispensabile che chi utilizza un monopattino elettrico si comporti con civiltà e conosca le regole.

Le linee guida di Mit e Anci

Per fare chiarezza, nelle scorse settimane il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) insieme all’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) ha stilato delle linee guida, ricordando, fra l’altro, che i monopattini possono circolare sulle strade urbane con limite di velocità a 25 chilometri orari, sulle corsie ciclabili, nelle zone scolastiche, sulle strade ciclabili e nelle zone pedonali con una velocità massima di 6 chilometri orari.

Procedere in strada contromano, inoltre, è possibile soltanto laddove è previsto dalla segnaletica. È vietato, invece, transitare sui marciapiede o dove non è autorizzato il transito delle biciclette.

Le regole per parcheggiare correttamente i monopattini

Passando al problema molto sentito dei parcheggi, nel documento viene precisato che i mezzi in sharing vanno lasciati al termine del noleggio dove è indicato dagli operatori, in base agli accordi sottoscritti fra il fornitore del servizio e il Comune, mentre se si tratta di un mezzo privato occorre utilizzare gli stalli appositi.

Entrando più nello specifico, dove si possono parcheggiare i nostri monopattini elettrici?

Una società di sharing ha girato un video proprio per rispondere a questa domanda. Ecco qui i punti da rispettare:

1. si può parcheggiare il monopattino negli spazi destinati a moto e scooter;

2. si può parcheggiare all’interno o in prossimità delle rastrelliere per bici;

3. non posteggiarlo al centro del marciapiede o dove può intralciare la viabilità;

4. non lasciarlo in mezzo a piazze o davanti a monumenti;

5. fare attenzione ai non vedenti: lasciare il monopattino lungo la parete di un marciapiede può essere pericoloso. Non farlo.

A queste regole possiamo anche aggiungere di non parcheggiarlo in aree con divieto di sosta, in aree private o di parcheggio ad uso privato o nei parcheggi per i disabili, lasciarlo ad almeno 2 metri di distanza da semafori e segnali stradali e verificare che non sia di intralcio a pedoni, bici, scooter o auto.

Ovviamente tutte queste regole sono valide sia per i monopattini in sharing che per quelli di proprietà.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by