Le vediamo girare spesso nelle città e attirano subito lo sguardo per la loro particolarità in mezzo al traffico. Sono le microcar: scopriamo insieme le caratteristiche di questa tipologia di auto elettrica dalle dimensioni ridotte.

Patente

Molti non lo sanno, ma per guidare una microcar è necessario avere la patente: AM per quelle più piccole (classificate come quadricicli leggeri, con patente a partire dai 14 anni) o B1 per quelle più grandi (classificate come quadricicli pesanti, con patente a partire dai 16 anni).

Vantaggi

Le microcar elettriche sono particolarmente adatte alla guida in città.

Innanzitutto, occupando poco spazio per le dimensioni ridotte, trovare parcheggio diventa sicuramente più facile.

In contesto urbano sono inoltre funzionali per i brevi tragitti nel traffico, quando chilometraggio e velocità sono necessariamente ridotti; l’autonomia delle microcar è infatti generalmente minore rispetto alle auto elettriche più grandi, ma comunque sufficiente per i piccoli spostamenti in città. D’altro canto, il codice della strada non permette alle microcar di circolare su strade extraurbane.

Infine, come tutte le auto elettriche, possono però circolare in ZTL.

Modelli

  • Citroën Ami: la particolarità di questa sorprendente microcar è il design, completamente simmetrico, fino all’apertura delle portiere. Ha un’autonomia di 70km e una velocità massima di 45km/h.
  • Renault Twizy: agile e dinamica come uno scooter, comoda come un’auto. Twyzy è una delle microcar più vendute in Europa, grazie anche a un’autonomia fino a 100km e una velocità massima di 80km/h nella versione più potente.
  • Microlino: una vera chicca per il design ispirato all’iconica Isetta di BMW, la consegna delle vetture già riservate inizierà proprio da quest’anno; nella versione base ha un’autonomia di 95km, ma in quella più potente arriva fino a 230km!

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by