Sebbene la strategia di Mazda sembra puntare ancora in modo convinto verso benzina e gasolio non significa che la casa giapponese non voglia effettuare esperimenti e aprire parentesi nel campo della mobilità elettrica. È proprio in quest’ottica che nasce Mazda MX-30, che arriverà nel corso del 2020, la prima vettura con un motore esclusivamente elettrico ad emissioni zero.

La scelta più sostenibile

Fresca della sua presentazione al Salone di Tokyo lo scorso ottobre, Mazda MX-30 è fatta di scelte in qualche modo controcorrente rispetto all’offerta elettrica attualmente sul mercato, forte della filosofia della casa madre, che si propone di mettere in primo piano le esigenze dell’uomo e dell’ambiente. Questa scelta è evidente quando si guarda al design e alle scelte progettuali, che sottolineano la volontà di rispettare l’ambiente al punto di utilizzare una batteria più piccola della media, da 35,5 kWh, più leggera e meno inquinante da smaltire. Il rovescio di questa scelta super ecologica è un’autonomia di appena 200 km che, secondo la casa automobilistica, è un valore più che sufficiente per il tragitto casa lavoro, ma che di fatto limita la vettura a questa funzione di trasporto quotidiano.

Le dotazioni

A livello estetico la MX-30 si distingue per le forme che giocano su linee morbide e superfici levigate contrapposte ai tratti più decisi della parte superiore della carrozzeria, che risulta complessivamente slanciata e ben bilanciata. Fra gli aspetti più interessanti possiamo notare le protezioni in plastica nera nella parte inferiore della carrozzeria, che assorbono i piccoli urti da parcheggio. Gli interni invece presentano rivestimenti realizzati con tessuto ricavato dal riciclo della plastica e tessuto riciclato fino al 20% per poltrone e divano, interessante anche lo stile della consolle rialzata che dà spazio al cambio della macchina. Nella parte alta della plancia troviamo il display del sistema multimediale, completo di navigatore, Apple CarPlay e AndroidAuto.

Per quanto riguarda il comparto tecnico Mazda MX-30 monta un motore sincrono a corrente alternata da 143 cavalli e 265 Nm di coppia che, collegato alle ruote anteriori, vanta un sistema di raffreddamento a liquido alimentato da una batteria agli ioni di litio. L’accumulatore è costituito da celle prismatiche che aumentano la densità dell’energia contenendo, contemporaneamente, anche gli ingombri. La nuova Mazda elettrica è infine equipaggiata con il sistema G-Vectoring Control, declinato nella versione e-GVC Plus, dedicata alla trazione elettrica, che migliora la precisione in curva grazie all’utilizzo dei freni e regola la spinta del motore elettrico per evitare un’eccessiva deriva delle ruote anteriori.

La Mazda MX-30 è già prenotabile versando un deposito di 1.000 euro entro il 31 marzo 2020. Il prezzo di listino è di 34.900 euro con consegne a partire dall’anno prossimo.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by