Spesso vengono descritte come un’unica e compatta categoria, ma quelle che possono sembrare sfumature sono in realtà differenze sostanziali. Parliamo delle auto ibride che si suddividono in tre differenti tipologie, ognuna con caratteristiche specifiche.

Tre diverse categorie di auto ibride

Le Mild Hybrid (MHEV)

Presentano una tecnologia chiamata anche ibrido leggero. Prevede la presenza di un motore elettrico poco potente, affiancato da una piccola batteria (sono sistemi da 12 a 48 volt), solo di supporto al motore tradizionale.

Vantaggi e svantaggi.

In questo caso il motore elettrico non riesce a muovere da solo il veicolo. Può però contribuire in fase di avvio, ripartenza o nelle marce a bassa velocità. Sicuramente questa tipologia di veicoli permette comunque un risparmio per quanto riguarda i consumi e le emissioni (del 5-10%).

Le Full Hybrid (HEV)

Hanno un motore elettrico affiancato da una batteria con capacità maggiori (che si ricaricano con il recupero in frenata e anche grazie all’energia del motore termico). In questa tipologia di veicoli, il motore elettrico ha una potenza maggiore che può spingere l’auto da solo, anche se l’autonomia è di pochi chilometri (4 o 5). Ma lo scopo principale è quello di intervenire solo quando l’auto richiede più energia.

Vantaggi e svantaggi.

Se da una parte questi veicoli consentono un risparmio in termini di emissioni e consumi, dall’altra il peso della vettura è maggiore. Una parte del carburante viene anche utilizzato per ricaricare la batteria. Sicuramente, però, danno il meglio di sé in città, proprio perché le frenate e le ripartenze ricaricano la batteria e il motore elettrico può fornire aiuto nelle ripartenze e a basse velocità.

Le Plug-In Hybrid (PHEV)

Hanno motori elettrici più potenti e batterie più grandi. Possono essere ricaricate alle colonnine o wallbox, permettendo di percorrere fino a circa 50 Km in modalità completamente elettrica: esaurita la carica, interviene il motore termico. Oppure, per un consumo minore, si può utilizzare in modalità ibrida.

Vantaggi e svantaggi.

È evidente quindi che queste auto permettono dei significativi risparmi dal punto di vista delle emissioni e dei consumi ma bisogna anche considerare che le grandi batterie aumentano molto la massa e se si scaricano durante la guida possono azzerarsi tutti i benefici che porta con sé questo sistema.

Le auto elettriche

In ultimo (ma non certo per importanza) ci sono le auto elettriche (EV) che non montano un motore termico ma utilizzano solo il motore elettrico, alimentato con una batteria ricaricabile attraverso la presa della corrente di casa o le colonnine.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by