La bresciana Miriam Orlandi è un’appassionata di viaggi e di moto, che viene spesso chiamata a testare nuovi modelli. “Quando ho provato l’elettrico – racconta – mi sono sentita a mio agio e ho subito pensato a quale viaggio avrei voluto fare”. Da questo amore a prima vista, è nata l’idea di intraprendere, con quello stesso mezzo green, un lungo viaggio attraverso l’Europa in direzione Capo Nord, per dimostrare che le avventure sostenibili sono possibili. Basta volerlo.

Le caratteristiche della moto elettrica

Miriam intraprenderà questa impresa alla guida di una Zero Motorcycle sr/s, moto elettrica dall’ergonomia sportiva che ha un’autonomia effettiva della batteria attorno ai 200 Km, con un tempo di ricarica inferiore ad un’ora e una velocità massima di 200 Km/h. “Lo stile della nuova Zero interpreta il tipico pensiero motociclistico della forma – funzione arricchendolo con una ricerca estetica che prende spunto dal mondo aeronautico” si legge sul sito moto.it.

Una viaggiatrice davvero sostenibile

Miriam non è nuova ad avventure all’insegna della sostenibilità: fisioterapista, osteopata e studiosa di medicine antiche, ha fatto della sua passione per la scoperta delle altre culture uno stile di vita, viaggiando spesso. Negli anni ha già intrapreso lunghi viaggi in Oceania, Argentina, Emirati Arabi, Australia e non solo (come racconta nel suo libro e sul sito https://www.ioparto.eu/web/). E ora, ha deciso di andare verso nord, “verso le culture nordiche – precisa – che hanno mantenuto il contatto con la natura e accolgono l’elettrico come una possibilità, pur mantenendo vive le tradizioni della medicina erboristica e sciamanica”. Tutto sarà incentrato sul turismo sostenibile: “Porterò con me la tenda – spiega -, voglio godermi la natura che incontrerò, voglio stare con la gente di campagna senza spaventarli, chiedendo di entrare in casa. Mentre gli hotel li lascerò per le necessità o per gli inviti, ma solo se green”.

L’itinerario del viaggio

L’itinerario di viaggio a cui ha pensato Miriam partirà da Brescia e sarà circolare per un totale di 12.000 Km. Le tappe saranno: Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Lettonia, Lituania, Estonia, Finlandia, Norvegia, Capo Nord, Norvegia, Danimarca, Olanda, Belgio, Francia, Germania, Svizzera. Il viaggio dovrebbe durare 30 giorni, ma la programmazione potrebbe cambiare, anche perché l’autonomia del mezzo che utilizzerà è variabile e dipende dalle condizioni della strada, ma anche dal vento.

L’importanza degli incontri lungo il percorso

La sua idea è anche quella di poter intrecciare relazioni lungo il percorso con persone che gestiscono aziende green, agriturismo bio o anche solo bar e negozi dove potersi fermare per ricaricare la moto, cercando “la collaborazione e lo scambio”. Con l’ausilio di app inoltre gestirà le tappe al momento e utilizzerà anche Nextcharge per stabilire i punti di ricarica.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by