Leggeri, pieghevoli e poco ingombranti; è principalmente per queste caratteristiche che i monopattini elettrici risultano essere dei mezzi molto semplici da portare con sé in vacanza. Un ottimo modo per trovarsi nel luogo di villeggiatura con un comodo mezzo di trasporto sostenibile che non solo permette di risparmiare denaro e (soprattutto) anidride carbonica; inoltre, consente anche di visitare luoghi che magari sono poco accessibili con i veicoli più tradizionali.

Un mezzo di trasporto facilmente trasportabile

Oltre alla sostenibilità, uno dei principali pregi del monopattino, quindi, è la sua facilità di trasporto. Anche perché si può velocemente piegare e mettere all’interno di una sacca. Inoltre sono presenti molti modelli sul mercato con struttura e telaio in alluminio o in fibra di carbonio: molto leggeri da trasportare, ma anche resistenti.

Si può portare anche sugli altri mezzi?

C’è anche un altro vantaggio. Nella maggior parte dei casi, infatti, i monopattini si possono trasportare sugli altri mezzi. Per quanto riguarda i treni, ad esempio, Trenitalia dà la possibilità di portare con sé gratuitamente qualsiasi bagaglio (basta che non rechi disturbo agli altri passeggeri); Italo informa che “devi sistemare i tuoi bagagli negli spazi dedicati a bordo treno e non devono avere dimensioni superiori a 75 x 53 x 30 cm, in ambiente Smart”.

Quindi anche in questo caso tutto fila liscio per il trasporto dei monopattini, perché rientrano in queste misure. Passando, invece, agli autobus di linea, in generale è sempre possibile trasportarlo con sé; mentre sugli aerei, solitamente, con l’autorizzazione delle compagnie, si possono imbarcare in stiva.

In tutti i casi, comunque, il nostro consiglio è quello di informarsi preventivamente, consultando i regolamenti sui vari siti internet o domandando alle compagnie prima di mettersi in viaggio.

I monopattini in sharing

Per chi non ne possiede uno o preferisce non portarlo con sé durante il viaggio verso il luogo di villeggiatura, c’è anche un’altra possibilità. I monopattini in sharing infatti negli ultimi anni sono sempre più diffusi nelle nostre città.

Rimini – per citare un esempio di tipico luogo di vacanza – quest’estate ha aumentato di 300 unità la flotta di monopattini elettrici in sharing, con un parco mezzi a disposizione di residenti e turisti che conta oltre 1300 monopattini elettrici (oltre a 300 bici elettriche).

Stessa strada che ha deciso di percorrere Ostia, raddoppiando i monopattini in condivisione su tutto il lungomare, con l’arrivo per quest’estate di altri 150 mezzi di micromobilità sostenibile.

Un settore, quello dei monopattini in sharing, in grande espansione; secondo un recente studio promosso da Assosharing e dall’Osservatorio Sharing Mobility presso il ministero della Transizione Ecologica ci sono oltre 42mila monopattini sharing autorizzati in più di 30 città con la presenza di 10 operatori.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by