La mobilità sostenibile si deve intrecciare anche con uno sviluppo green del territorio che favorisca l’integrazione sociale. Migliorare la qualità di vita dei cittadini e tutto ciò si può realizzare più facilmente anche con il supporto dell’innovazione digitale.

Per questo diventano indispensabili gli investimenti ed è proprio quello che ha deciso di fare il ministero dell’Interno con la Banca europea di investimenti (Bei). È stato lanciato il Fondo tematico per i Piani Integrati Urbani, il quale mette a disposizione 272 milioni di euro da investire proprio nei suddetti settori e nella rigenerazione urbana sostenibile nelle città metropolitane.

Ma di cosa si tratta nel dettaglio? Scopriamolo insieme.

L’origine e la gestione delle risorse

Queste risorse arrivano dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Sono disponibili grazie ad un accordo siglato tra la Bei e il Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef). Risorse che saranno gestite attraverso gli intermediari finanziari Equiter, in collaborazione con il Gruppo Intesa Sanpaolo, Banca Finint, Finint Investments SGR e Sinloc S.p.A., individuati lo scorso anno attraverso un avviso pubblico di manifestazione d’interesse.

Gli obiettivi

Ma nello specifico a cosa saranno destinati questi investimenti? L’obiettivo è quello di finanziare progetti nell’ambito di rigenerazione urbana sostenibile, inclusione sociale, efficienza energetica e innovazione digitale. Si tratta di investimenti nella direzione di città sempre più sostenibili, dove venga limitato il consumo di suolo per salvaguardare l’ambiente, rendendo le abitazioni più efficienti dal punto di vista energetico e facendo in modo che i centri urbani diventino sempre più “intelligenti” grazie al supporto delle tecnologie.

Trasporti sostenibili e riqualificazione urbana

Tutto ciò si incrocia con lo sviluppo di trasporti sostenibili in città dove molti dei servizi sono raggiungibili in maniera sostenibile in pochi minuti. Ecco perché questo fondo prevede anche investimenti per promuovere la mobilità sostenibile e digitale, la valorizzazione e riconversione di edifici dismessi, oltre alla riqualificazione e sicurezza di aree urbane.

Benefici anche per l’occupazione

Tutti interventi che avranno importanti ricadute anche dal punto di vista occupazione. Si apriranno spazi per nuovi posti di lavoro in modo che il nostro Paese possa diventare sempre più sostenibile sviluppandosi anche da un punto di vista economico.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by