Amate la guida fuori strada, lungo percorsi più tortuosi e irregolari, magari dove è facile che sia presente anche fango, neve, sabbia o ghiaia? In questo caso, c’è una bici elettrica che fa per voi: si chiama fat bike e la sua principale caratteristica è quella di avere copertoni e cerchi più larghi, proprio per muoversi su tragitti più “aggressivi”, aumentando la superficie di contatto fra bicicletta e terreno.

Infatti, se la larghezza delle gomme di tradizionali mountain bike è 2,2/2,4 pollici, le gomme delle fat bike vanno dai 3,80 ai 4,80 pollici, mentre le ruote hanno un diametro che può arrivare anche a 29 pollici (in media, invece, le normali mountain bike arrivano a 27,5).

Alcuni consigli per la scelta

Ma come scegliere la fat bike elettrica più adatta a voi? Ecco alcuni consigli che possono essere utili per chi si accinge ad acquistare queste particolari biciclette elettriche.

Partiamo col dire che per fare la scelta giusta è importante sapere già che tipo di utilizzo volete fare: se, ad esempio, pensate di muovervi prevalentemente in ambito urbano (anche se questa tipologia di e-bike non è la più adatta) vi conviene optare per quelle più leggere e col telaio pieghevole, mentre se la vostra intenzione è quella di utilizzarle assiduamente fuori strada è meglio indirizzare la vostra scelta verso le fat bike con autonomie maggiori (alcune superano anche i 100 Km).

Passando al telaio, i migliori sono in acciaio e carbonio, materiali meno soggetti al deterioramento.

Per quanto riguarda il display sul manubrio (elemento per controllare tutte le funzioni), è importante verificare che sia semplice da utilizzare e che indichi correttamente la velocità, i chilometri percorsi e consenta di selezionare il livello di assistenza del motore (4 o 5 livelli sono l’ideale). *

I prezzi

Ma quanto costano questi particolari mezzi elettrici? I prezzi in genere variano dagli 800 ai 4000 euro.

Quello che consigliamo (anche in questo caso) è di indirizzare la vostra scelta sulla base dell’utilizzo: se pensate di spostarvi in sella alla fat bike in modo assiduo, è meglio orientarsi su modelli di fascia medio alta, che garantiscono buone prestazione e durano di più nel tempo.

Alcuni modelli sul mercato

I modelli presenti sul mercato sono davvero molti. A titolo d’esempio, ne segnaliamo tre.

1. NCM Aspen+: con freni a disco idraulici Tektro e un cambio Shimano Acera a 24 velocità, ha la batteria da 768 Wh con un’autonomia massima di 150 km. Prezzo: 1.699 euro.

2. Nilox E Bike X3: con freni a disco e cambio Shimano a 6 velocità, ha la batteria da 288 Wh con 45 Km d’autonomia. Prezzo: 1.249 euro.

3. Argento Elephant Pro: con freni a disco Tektro e cambio Shimano a 7 velocità, ha la batteria da 461Wh con autonomia da 60 a 100km. Prezzo: 1.999 euro.

* Si ricorda che il motore di una fat bike deve avere una potenza nominale continua massima di 250W, si deve attivare solamente nel momento in cui i pedali girano fino a una velocità massima di 25 Km/h: se rispettano questi parametri, il mezzo sarà considerato come una bici e non come un ciclomotore.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by