Si chiamano city e-bike (o meglio, biciclette a pedalata assistita da città) e permettono di muoversi in ambito urbano senza eccessivo sforzo fisico, consentendovi comunque di fare esercizio fisico e di rispettare l’ambiente. Ma quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione prima dell’acquisto? Qui trovate una panoramica che abbiamo stilato per sciogliere i vostri dubbi.

Le varie tipologie di city e-bike

In primis, dovete avere bene in mente l’utilizzo che volete farne; se, ad esempio, siete dei pendolari e avete intenzione di non spostarvi solo in sella alla vostra bici ma pensate di salire anche sui mezzi pubblici, il consiglio è quello di acquistarne una pieghevole perché è più leggera, ha ruote più piccole e dimensioni ridotte; di conseguenza, è più facilmente trasportabile (anche perché si può piegare, in modo da occupare meno spazio quando si sale su bus, tram, metro o treni).

Invece, se credete che starete in sella alla vostra e-bike in ambito urbano la maggior parte del tempo, potrete prenderne una classica (con ruote da 28 pollici), meglio se fornita di portapacchi anteriore e posteriore, in modo che sia più comoda consentendovi anche il trasporto di sacchetti per la spesa o altri accessori.

Infine, ci sono quelle ibride che sono più sportive e, anche grazie agli pneumatici più spessi, possono essere utilizzate anche fuori città: sono particolarmente adatte per il cicloturismo e le gite fuori porta, dove sono presenti terreni un po’ più sconnessi.

Le caratteristiche tecniche migliori

Passando ai freni delle city e-bike, meglio scegliere quelli a disco per una maggiore sicurezza anche in caso di maltempo, mentre è importante assicurarsi che siano già dotate di sistema di illuminazione (anteriore e posteriore). Inoltre, per una maggior comodità alla guida devono avere buoni ammortizzatori e pneumatici di larghezza superiore a 1,5 pollici.

In ultimo, prima di programmare la vostra uscita, tenete sempre in considerazione l’autonomia della batteria. La maggior parte arriva ad almeno 20 km, ma dipende da vari fattori (ad esempio, peso de ciclista e modalità di guida) e, mettendo mano al portafoglio, se ne trovano anche con autonomie molto superiori.

Ricordiamo che la normativa italiana prevede che il motore elettrico non superi 0.25 kW di potenza e l’assistenza funzioni solo fino ai 25 km/h.

La sezione ‘trova il tuo mezzo green’ del nostro sito

Ora che avete chiare le caratteristiche principali da prendere in considerazione, potete cercare il modello più adatto a voi consultando la sezione specifica del nostro sito web.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by