Il rallentamento degli spostamenti per contenere l’epidemia di Covid – 19, come sappiamo, ha avuto effetti notevoli nella riduzione dei livelli di inquinamento in luoghi fortemente colpiti da questo fenomeno, come la Cina e la Corea e anche nelle nostre grandi città è stato registrato un sostanziale miglioramento della qualità dell’aria. È dunque evidente come la mobilità giochi un ruolo di primaria importanza per quanto riguarda le sorti del nostro pianeta e renderla più sostenibile rappresenta una sfida fondamentale per la ripresa economica post Covid – 19.

È proprio per questo che un settore trainante nella ricerca e nell’innovazione è quello dei green jobs.

Green Jobs: di cosa si tratta?

I green jobs sono, nella definizione del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, quei lavori il cui obiettivo è preservare o ripristinare la qualità dell’ambiente, includendo in questo contesto anche e soprattutto il mercato delle auto elettriche, che, oltre a giocare un ruolo importante nella lotta contro il cambiamento climatico, contribuisce anche a rendere più efficiente il sistema energetico, introducendo sul mercato veicoli più sicuri, puliti e attivi, in grado di ridurre i rischi per la salute.

In ogni caso, molta dell’attenzione sui green jobs è focalizzata su chi si occupa di tecnologia ed innovazione: dal design di veicoli efficienti allo sviluppo di nuovi sistemi di sharing basati sulla digitalizzazione. La parola chiave in questo senso è “reinventare”, adeguando le proprie competenze alle ultime tendenze in atto nel mondo della tecnologia.

Uno sguardo al futuro

Non è un caso se i green jobs occupano già una parte importante del settore della mobilità, anche grazie al Green New Deal Europeo, il programma per trasformare l’economia dell’Unione Europea in modo sostenibile, che prevede anche la partecipazione attiva del mondo del lavoro per favorire questo processo.

green jobs stanno crescendo rapidamente in Europa, e sono tra le categorie d’impiego più resilienti; recentemente il programma Horizon 2020 ha messo a disposizione 50 milioni di euro all’interno del bando “Building a low-carbon, climate resilient future: green vehicles” per le imprese e gli enti di ricerca impegnati nello sviluppo di attrezzature, materiali, infrastrutture e servizi per ridurre al minimo l’impatto ambientale dei mezzi di trasporto.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by