Vi è mai capitato di voler adottare comportamenti sostenibili, ma, nonostante la vostra buona volontà, non riuscire a metterli in atto? Succede anche a chi ha una spiccata sensibilità ambientale e vuole inquinare il meno possibile, senza rinunciare alla propria auto. La motivazione molto spesso conduce alla mancanza di supporti. Ecco perché Google Maps ha scelto di introdurre alcune novità che lo rendono ancora più green. Quali sono? Scopriamolo insieme.

La nuova funzione

C’è una nuova funzione, lanciata nel 2021 negli Stati Uniti e in Canada e, da settembre, disponibile in ben 40 Paesi europei (compresa l’Italia), che traccia il percorso migliore dal punto di vista della sostenibilità ambientale e del risparmio di carburante, tenendo conto anche del tipo di veicolo che state utilizzando. Per esempio, se siete alla guida di un veicolo diesel, per sfruttare al meglio il motore, vi farà percorrere la strada con velocità più elevate, mentre se avete un’auto elettrica o ibrida troverà il tragitto per permettervi di fare un maggior uso della frenata rigenerativa.

Questa funzione tecnologica è stata realizzata grazie ai dati del Laboratorio nazionale per le energie rinnovabili (NREL) del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti e a quelli dell’Agenzia europea dell’ambiente.

Le altre funzioni

Per la sostenibilità, Google Maps mette a disposizione anche altre funzioni: per chi possiede un’auto green, infatti, sono molto utili i consigli nella categoria “servizi”, che consentono anche di cercare le stazioni di ricarica più vicine. Inoltre, Google Maps ha iniziato a mappare gli hotel sostenibili (contrassegnandoli con una foglia verde, così come fa per i percorsi più green). Si tratta di hotel che rispondono ai criteri di efficienza energetica, conservazione dell’acqua, riduzione dei rifiuti non riciclati e utilizzo di materiali sostenibili.

Quanto si risparmia?

Per comprendere l’importanza di queste novità, basta far riferimento ad alcuni numeri: secondo i dati che ha diffuso Google, la nuova funzione avrebbe già fatto risparmiare più di mezzo milione di tonnellate di anidride carbonica. Un dato che mostra nitidamente quanto la tecnologia possa affiancare la cittadinanza nella strada verso la sostenibilità.

Le app amiche della sostenibilità

Tra l’altro, non ci sono solo le funzionalità di Google Maps, ma esistono numerose app che possono assistere gli utenti con sensibilità ambientale: da quelle per trovare le colonnine di ricarica, a quelle che premiano i comportamenti virtuosi per risparmiare l’emissione di Co2 (come Wecity). Si arriva fino a quelle per la ricerca dei parcheggi, anche con presenza di colonnine di ricarica.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by