Nel nostro Paese le colonnine ricarica si stanno diffondendo sempre più e sono in crescita anche le aziende che decidono di investire in questo settore. Tra queste, c’è Ewiva, joint venture creata nel 2021 dal gruppo Volkswagen insieme a Enel X Way, che negli ultimi anni ha installato oltre 1.150 punti di ricarica in Italia e ad oggi è presente in tutte le regioni.

Un bel modo per rendere le auto elettriche più attrattive e far avvicinare al mondo della mobilità sostenibile sempre più persone.

Il bilancio a fine 2023

Entrando nello specifico, Ewiva alla fine del 2023 ha stilato un bilancio facendo sapere che “con più di 330 siti, per un totale di oltre 1.150 punti di ricarica installati, è ora presente in tutte le regioni italiane”. E l’obiettivo generale di questa joint venture è ancora più ambizioso: “costruire – si legge sul sito web – una rete di oltre 3.000 punti di ricarica ultraveloci, ad alta potenza (fino a 350 kW) distribuiti in più di 750 siti in tutta Italia”, in modo da poter ricaricare il proprio mezzo green in pochi minuti.

L’innovazione

Tra l’altro, recentemente, ha esteso anche una funzionalità che rende sempre più facile e innovativa la ricarica per gli automobilisti: il pagamento con carta di credito o debito in modalità contactless che è ora disponibile in oltre 400 punti di ricarica, presenti in più di 60 province di tutta Italia (da nord a sud).

Gli obiettivi

Ma quali sono gli obiettivi futuri di Ewiva? L’azienda lo ha fatto sapere con un puntuale elenco. Ecco alcune delle prossime novità:

1. Installare alcune stazioni di ricarica ibride che potranno erogare anche a potenze fino a 400 kW.

2. Introdurre colonnine con sistema d’accumulo per permettere la ricarica ad alta potenza anche nei luoghi in cui non sarebbe tecnicamente possibile.

3. Realizzare siti multi-colonnina con servizi per semplificare la ricarica.

4. Aumentare l’utilizzo di pensiline con pannelli fotovoltaici, in modo da contribuire anche alla produzione di energia rinnovabile.

Insomma, questa joint venture sta contribuendo in maniera rilevante allo sviluppo della rete di ricarica nel nostro Paese e vuole continuare a farlo a lungo termine, puntando sull’innovazione per fare in modo che chi acquista un mezzo green non senta come un limite la ricerca di una colonnina di ricarica, ma anzi possa farlo con sempre più facilità, senza alcun tipo di ansia o disagio.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by