In primavera la natura si risveglia e anche il bosco riprende vita. Così è proprio in questo particolare periodo dell’anno che si potrebbe cogliere l’occasione per visitare questi posti meravigliosi, approfittando di un’escursione in bicicletta o in e-bike.

Ecco allora alcuni itinerari per gli appassionati delle due ruote che cercano una gita fuori porta, dalle caratteristiche particolari.

Un itinerario in Piemonte

Una delle zone più adatte per ammirare i mille colori del bosco è il Basso Monferrato; in particolare l’area che attraversa le province di Asti e Alessandria. Il percorso, adatto in particolar modo alle bici elettriche, va da Fubine fino a Cella Monte. Si snoda per 55 chilometri con un dislivello di circa 500 metri e attraversa suggestivi fondovalle, crinali e storici borghi.

Il Sentiero della Valtellina in Lombardia

In Lombardia c’è il Sentiero Valtellina; un itinerario ciclopedonale che si sviluppa lungo il fiume Adda, tra Colico e Bormio, per una distanza complessiva di 114 km. Il percorso è dotato 40 aree di sosta attrezzate, 7 punti di noleggio e 46 punti di accesso. All’interno di questo lungo sentiero ciclopedonale, si può anche visitare il Bosco dei Bordighi che si estende per 47 ettari fra i comuni di Albosaggia, Faedo e Montagna. Una riserva naturale protetta che ha un’estensione di circa 50 ettari e presenta specie vegetali molto antiche e rare.

La Ciclovia dei Boschi di Carrega in Emilia Romagna

Spostandoci in Emilia Romagna troviamo la Ciclovia Boschi di Carrega. Un percorso di 20 chilometri che si sviluppa in una zona circa 15 chilometri a sud di Parma, su antichi terrazzi fluviali fra Baganza e Taro, coperti di boschi di grande valore naturalistico, ma anche storico e turistico-ricreativo. Si tratta di un itinerario circolare che parte dalla stazione ferroviaria di Collecchio e presenta un minimo dislivello di 200 metri.

La pista ciclabile da Godrano a San Carlo in Sicilia

Nel sud Italia segnaliamo un itinerario in Sicilia. La pista ciclabile da Godrano a San Carlo, che si sviluppa lungo il tragitto dell’ex ferrovia che collegava Palermo a San Carlo. Un percorso di 69 chilometri a sud di Palermo. Si parte dalla ex stazione di Godrano, piccolo paese che si trova a pochi passi dalla Riserva Naturale Bosco della Ficuzza, in cui ci si immerge subito dopo la partenza. Uscendo dal suggestivo bosco, ci si ritrova nella piccola stazione di Ficuzza per poi arrivare a Corleone e terminare il percorso a San Carlo, ultima fermata della vecchia ferrovia e destinazione finale della pista ciclabile.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by