Quella di quest’anno sarà un’estate tutta particolare, dal sapore più dolce di quelle passate, proprio perché simboleggia una ritrovata libertà.

Allora, possiamo cogliere questa occasione e approfittarne per visitare le meraviglie del nostro Bel Paese e magari possiamo farlo in compagnia della nostra bicicletta, il più classico dei mezzi sostenibili che molti di noi hanno sempre amato e altri hanno imparato ad apprezzare nuovamente in questo lungo anno e mezzo di pandemia.

Ecco che allora abbiamo pensato di proporre alcuni itinerari in luoghi di villeggiatura (ma non solo) per tutti gli appassionati delle due ruote tradizionali ed elettriche.

La Val Vigezzo

Partiamo da un percorso di montagna con la Val Vigezzo, valle tipicamente alpina che rappresenta un corridoio naturale di origine glaciale tra la Val d’Ossola (in Piemonte) e il Canton Ticino (in Svizzera). Proprio qui possiamo trovare un itinerario ciclopedonale che percorre tutta la Valle, da Druogno a Re, per una lunghezza di quasi 15 Km.

Un tragitto, a 800 metri di quota, ideale anche per le famiglie con bambini; infatti, è quasi sempre pianeggiante, senza dislivelli di rilievo, ed è circondato da boschi di conifere che permettono di pedalare al fresco anche durante le giornate più calde. Il percorso, inoltre, è circondato da strutture sportive adatte a tutti.

Italia coast to coast, dall’Adriatico al Tirreno

Abbiamo poi pensato ad un itinerario un po’ più impegnativo, ma che permette di visitare molti luoghi del centro Italia. Si chiama “Italia coast to coast, dall’Adriatico al Tirreno” ed è un percorso in bici che si sviluppa per 440 Km. Può essere suddiviso in 9 tappe giornaliere.

Si tratta di un insolito tragitto est-ovest che attraversa piccoli paesi e paesaggi intensi tra Marche, Umbria, Lazio e Toscana. Si parte da Portonovo, a due passi da Ancona (Marche) e si prosegue verso gli Appennini, attraversando le Marche ed entrando in Umbria.

Da qui si continua passando da Assisi, Todi e Orvieto, fino al Lazio e al lago di Bracciano. L’arrivo è a Orbetello, nella provincia di Grosseto (Toscana).

Isola d’Elba coast to coast

Concludiamo con un itinerario in un tipico luogo di villeggiatura: l’Isola d’Elba, considerata una meta ideale per gli appassionati di cicloturismo.

Fra i molti percorsi che si possono fare, segnaliamo il perimetro dell’isola coast to coast. La lunghezza totale è di 109 Km e si tratta di un tragitto con un buon dislivello e continui saliscendi. Le uniche due salite davvero impegnative sono il Volterraio e Monte Tambone.

Per avere una pendenza un po’ meno ripida del tratto del Volterraio, il consiglio è di circumnavigare l’Elba in senso antiorario piuttosto che in senso orario; in entrambi i casi la partenza consigliata è da Cavo.

Se non siete abituati a grandi fatiche in sella alle due ruote non preoccupatevi, perché questo tragitto risulta particolarmente adatto da percorrere con le e-bike; sull’isola, infatti, vengono organizzati anche percorsi off-road in sella ad una mountain bike elettrica e sono presenti molti punti dove è possibile noleggiare le bici elettriche.

Un modo per girare l’isola in bici facendo meno fatica, ma senza rinunciare a fare comunque del movimento.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by