Nonostante il successo degli ecoincentivi dell’anno scorso, quest’anno la manovra proposta dal governo ha preso una piega diversa. Infatti la Manovra 2022 pensata dal governo Draghi non ha al momento previsto una reintroduzione degli incentivi auto a basse emissioni di CO2. Fortunatamente sembrerebbe essere una situazione temporanea, l’esecutivo potrebbe introdurre nuove misure per sostenere il settore automobilistico e per incentivare l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti. Ma se sei un motociclista non scoraggiarti, quest’anno i veicoli a due ruote sono già protagonisti della manovra, vediamo il perché.

Bonus moto 2022

Se le automobili devono ancora aspettare, gli incentivi per le due ruote sono già disponibili. Dal 13 gennaio 2022 è infatti possibile accedere ai bonus per l’acquisto di veicoli a due ruote electric o hybrid tramite la piattaforma ufficiale del Mise.

Il nuovo Ecobonus moto funziona così: chi acquista un nuovo mezzo a basse emissioni può ottenere un Ecobonus pari al 40% del prezzo di listino, solo se provvederà ad una preventiva rottamazione di un vecchio veicolo. Nel caso in cui non si effettui la rottamazione l’Ecobonus scenderà al 30% del prezzo di acquisto.

Come richiedere il nuovo Ecobonus

Sei interessato e vorresti richiedere l’Ecobonus moto? Non preoccuparti, la piattaforma Ecobonus 2022 è accessibile solo per i rivenditori e le concessionarie. Sarà il rivenditore a doversi occupare della prenotazione di tutti gli incentivi richiesti. La restituzione degli Ecobonus 2022 verrà concessa tramite credito d’imposta.

Da cliente devi preoccuparti solo di quali mezzi saranno oggetto di agevolazioni fiscali: le categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e rientrano tutte nel bonus.

E i bonus per le auto?

Abbiamo visto come le agevolazioni d’acquisto vadano dalle moto con cilindrata inferiore a 50 fino alle microcar. Ma le automobili? Visto l’aumento del costo della revisione auto, il governo ha deciso di reintrodurre il Bonus Revisione Auto nel 2022, ma oltre a questa piccolo intervento non ci sono altre misure. Il governo è però consapevole di quanto sia importante potenziare il settore della mobilità sostenibile e nei prossimi mesi potremmo vedere delle novità importanti.

Una cosa è certa, appena usciranno novità non mancheremo di farvelo sapere.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by