Viaggiare è una pratica che ci è molto utile: allarga i nostri orizzonti, ci consente di acquisire diverse prospettive attraverso le quali guardare la realtà che ci circonda e, più in generale, ci consente di imparare attraverso il contatto con luoghi e culture diverse rispetto a quelli a cui siamo abituati.

Ma quante risorse naturali consumiamo quando viaggiamo? Secondo recenti rilevazioni parecchio, molto di più di quanto ci possiamo permettere, tanto che viaggiare green non può più essere un lusso ma una regola, pena il rischio che un giorno possa non avere più senso viaggiare. Viaggiare green è una questione di consapevolezza del nostro impatto sul pianeta e del bisogno di portarlo al minimo, ma è anche una questione di rispetto per un luogo, per chi ci vive e, soprattutto, per chi lo vive. C’è ancora molto lavoro da fare per educare e sensibilizzare in tema di viaggi eco-sostenibili e su come pianificarli con efficacia, ma sicuramente ci sono dei punti cardine su basarsi per ridurre quanto più possibile l’impatto ambientale quando ci spostiamo.

  • Evita di usare l’aereo. Tra tutti i mezzi di trasporto, infatti, l’aereo è quello più impattante a livello ambientale e produce le percentuali più alte di CO2. Muoviti invece in treno: non solo infatti il trasporto su rotaia è attualmente la soluzione più eco-friendly sulla piazza, ma può anche regalare paesaggi suggestivi e viste mozzafiato su luoghi raramente raggiunti da percorsi turistici.
  • Prenota alloggi green. La grande macchina del turismo mette spesso a rischio fauna e culture locali ma, fortunatamente, sempre più albergatori stanno raggiungendo una consapevolezza tale da comprendere la necessità di preservare l’ambiente naturale. Per essere un hotel green occorre la certificazione di sostenibilità e questi tipi di alloggi sono tipicamente offerti da organizzazioni turistiche sostenibili o no profit che supportano l’eco-turismo in tutto il mondo.
  • Viaggia leggero. Più il tuo bagaglio pesa, più il mezzo di trasporto che stai usando produce emissioni di CO2. Viaggiando con un carico leggero semplificherai i tuoi spostamenti e con un po’ di spirito d’avventura non avrai bisogno di appesantire la tua schiena inutilmente.
  • Non stampare nulla. Ormai biglietti aerei, prenotazioni e addirittura le copie dei documenti sono tutte cose completamente digitalizzabili, è quindi fondamentale non sprecare spazio e carta in questi contesti, nella maggioranza dei casi basta un cellulare.
  • Evita le mete famose solo perché celebri. L’overturism è spesso causa di danni irreparabili a ecosistemi, flora e fauna locale, recentemente anche le nostre città d’arte sono state afflitte pesantemente da questo fenomeno. Scegli piuttosto mete più ricercate e luoghi sconosciuti, in questo modo la tua vacanza sarà unica e un’esperienza che ricorderai per sempre.
  • Cammina o usa i mezzi pubblici. Naturalmente rispetto all’auto il trasporto pubblico è un modo molto più ecologico di viaggiare, ma il modo migliore per vivere al 100% un luogo nuovo è esplorarlo a piedi, con anche grandi benefici per la tua salute. Fai dunque le tue ricerche sul metodo migliore di spostarti rispetto al luogo dove andrai, in modo da ridurre tempi ed emissioni nocive
  • Sii sempre un turista sostenibile! Porta con te quanto hai imparato e trasmettilo a chi ti sta intorno con la pratica, in modo da aiutare a diffondere consapevolezza su questi temi.
Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by