Da sempre l’estate è sinonimo di libertà. Quest’anno, visto il complicato periodo che abbiamo attraversato, avrà un profumo ancora più atteso e particolare che sicuramente apprezzeremo meglio e più intensamente.

Ma come? Lo possiamo fare viaggiando, preparandoci a una vacanza che sia il più possibile sostenibile. Viaggiare è una delle attività più belle e catartiche che ci siano al mondo, ma è sempre più evidente come anche questa pratica abbia bisogno di essere svolta nel rispetto dell’ambiente che ci circonda.

Ecco allora una serie di consigli per una vacanza in stile green.

Il turismo inquina e parecchio

Il settore del turismo è il responsabile dell’emissione di buona parte dell’anidride carbonica che affligge la nostra atmosfera. Tuttavia, a produrla non sono solo i trasporti a lungo raggio, come aerei o navi, ma anche la costruzione di hotel, la produzione di cibi industriali e lo shopping compulsivo perpetrato dai turisti in vacanza.

Fortunatamente, l’aver preso coscienza di questo modello di sviluppo turistico, dannoso per l’ambiente, ha favorito la nascita del turismo sostenibile, basato su un’azione congiunta tra le imprese operanti nel settore e i viaggiatori.

Come essere turisti sostenibili

Esistono alcuni semplici accorgimenti da adottare in modo da ridurre al minimo il proprio impatto ambientale durante i viaggi.

I primi vanno applicati già prima della partenza. Assicuratevi di essere il più possibile informati sulla meta che state andando a visitare, magari con un occhio di riguardo verso gli aspetti più sostenibili della località. La vostra presenza avrà comunque un impatto sul territorio locale, ma un’attenta pianificazione vi permetterà di minimizzarlo.

Una volta sul posto, è importante usare una borraccia per evitare di incentivare il consumo di bottigliette di plastica. Se potete, evitate di viaggiare da soli. Condividere il viaggio con qualcuno riduce la quantità di inquinamento creato da automobili e mezzi pubblici; il car sharing in questo senso è l’idea migliore per una vacanza quanto più ecologica possibile.

Ovviamente è fondamentale che non contribuiate all’inquinamento del territorio; per questo non gettate rifiuti per terra, nei boschi o nelle spiagge ma, piuttosto, fate il contrario. Se vedete della spazzatura abbandonata in luoghi come quelli elencati non fate finta di niente, ma gettatela nel cestino più vicino.

Cercate di essere più viaggiatori che turisti, immergendovi davvero nel luogo che visitate. Questo si traduce nel cercare esperienze vere, lontane da tutto quello che è pensato ad hoc per il turismo di massa, come parlare con la gente autoctona per avere una comprensione maggiore della cultura e del folklore locale, o scegliere la ristorazione tipica del posto spesso cucinata con ingredienti prodotti localmente.

Non sottovalutate infine la scelta degli alberghi: alloggiare in un hotel green è fondamentale per chi vuole godersi una permanenza eco-friendly. Anche in questo caso informatevi sulle strutture gestite dai locali, che quasi sempre si avvalgono di una gestione a basso impatto e, contemporaneamente, capace di farvi vivere quelle esperienze autentiche che state cercando.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by