Monopattini elettrici, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile, biciclette muscolari oppure a pedalata assistita, veicoli (anche usati) con emissioni di Co2 tra 0 e 110 g/km; in questo elenco riconoscete un acquisto che avete effettuato tra il 1° agosto e il 31 dicembre 2020?

Il decreto

Se la risposta è affermativa e nello stesso periodo avete anche rottamato un veicolo di categoria M1, allora potrete usufruire di un credito d’imposta fino a 750 euro, con la possibilità di utilizzarlo entro tre anni a decorrere dal 2020. Sono queste le nuove indicazioni riportare nel decreto del Ministero dell’Economia dello scorso 21 settembre che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 ottobre.

Come funziona?

Quindi questa volta non si tratta di un bonus mobilità come quello dello scorso anno, che il 3 novembre 2020 aveva dato il via ad una corsa sfrenata dei cittadini (ben 600 mila) sulla piattaforma online, portando ad esaurire in poche ore i fondi messi a disposizione dal governo (215 milioni); in questo caso, invece, non ci sono voucher e sconti in fattura, ma sarà un credito d’imposta “utilizzabile esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute – si legge nel decreto -, che può essere fruito non oltre il periodo di imposta 2022 e che non è cumulabile con altre agevolazioni di natura fiscale aventi ad oggetto le medesime spese”.

Le procedure per usufruirne

Come potranno usufruirne i cittadini? Tramite un’apposita richiesta, contenente l’importo della spesa sostenuta nel 2020, all’Agenzia delle Entrate, la quale dovrà emanare un nuovo provvedimento (entro 90 giorni dall’entrata in vigore del suddetto decreto) per stabilire puntualmente le tempistiche e le modalità, oltre che per decidere la percentuale di credito d’imposta che spetterà ad ogni persona, sulla base delle richieste ricevute, tenendo ovviamente in considerazione anche le risorse che sono state messe a disposizione del governo: 5 milioni di euro.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by