Meno costi, meno inquinamento, più socializzazione: sono le tre parole d’ordine del “car pooling”, ovvero la condivisione di un’auto privata tra gruppi di persone. Da non confondere con il “car sharing”, il quale invece riguarda il noleggio a breve termine di un mezzo.

Condividere presuppone anche la perdita di un po’ di intimità che, però, è poca cosa rispetto a tutti i vantaggi che comporta il car pooling. Scopriamoli insieme.

I benefici del carpooling

I benefici li abbiamo già sintetizzato all’inizio, ma si potranno comprendere ancora meglio elencandoli e argomentandoli:

1. I costi diminuiscono drasticamente perché si condividono con i passeggeri. Si paga meno per benzina, pedaggio e parcheggi, oltre che per la manutenzione del proprio veicolo visto che viene utilizzato meno se, ad esempio, si sceglie di fare a turno tra colleghi.

2. Si può viaggiare meno stressati con la possibilità di socializzare e, nel caso in cui si scelga di utilizzare il servizio attraverso le piattaforme online, si ha anche la possibilità di conoscere nuove persone.

3. Ultimo ma non per importanza il beneficio a favore dell’ambiente: con meno automobili in circolazione diminuisce il traffico e, di conseguenza, anche le emissioni di Co2.

Alcuni dati

Proprio su quest’ultimo punto ci vengono incontro alcuni dati che mostrano ancora più nitidamente quanto il carpooling sia un ottimo strumento per ridurre l’inquinamento.

È quanto emerge da Zero Empty Seats, studio globale sugli effetti del carpooling sull’ambiente condotto dall’istituto francese Le Bipe. Basato sui dati di utilizzo reali della piattaforma web BlaBlaCar che, secondo questo studio, “nel 2018 ha evitato l’emissione di 1.6 milioni di tonnellate di Co2”.

Per rendere meglio l’idea: si tratta della stessa quantità di Co2 che viene assorbita in un anno da una foresta grande quanto 730 mila campi di calcio.

Più sicurezza

Non è neanche da sottovalutare il fatto che, sempre secondo questa ricerca, con il carpooling possa aumentare anche la sicurezza stradale perché il conducente, avendo passeggeri a bordo, è portato a diminuire la velocità (lo ha dichiarato il 22% del campione).

Concludendo: il carpooling va a braccetto con la sostenibilità ed è per questo che è importante che si sviluppi sempre più anche in Italia, magari partendo proprio da quello aziendale che potrebbe diffondersi più rapidamente facendo leva sul rilevante risparmio dei costi nel tragitto casa-lavoro.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by