Estrima Birò nasce nel 2009 con il motto “I’m Easy”, perché vuole essere facile da guidare e da utilizzare, arrivando a semplificare la vita delle persone. L’azienda è partita con un largo anticipo rispetto al mercato, guadagnando la possibilità di sviluppare il prodotto con grande precisione. 

Obiettivo?

L’idea è realizzare veicoli molto piccoli e facili da utilizzare, principalmente per chi abita in città. Veicoli che permettano di utilizzare poco spazio e che siano totalmente trasparenti, in modo tale da rendere la città ancora visibile. 

Il Birò è completamente elettrico e necessita di poca energia. Ha impatto ambientale nullo, in quanto la produzione di Co2 è estremamente limitata. 

Ludovico Maggiore, amministratore delegato dell’azienda, osserva che il consumo è dato dal prodotto della massa per lo spostamento: non serve un veicolo pesante per i piccoli spostamenti di poche persone. Ed è qui che entra in scena Birò, perché è leggero, di ridotte dimensioni e molto pratico. Birò è made in Italy, anche perché pone una particolare attenzione al design, visibilmente italiano. 

Caratteristiche tecniche

Ci sono due versioni di Birò, che si differenziano per caratteristiche tecniche. Sono i modelli L6 ed L7: il primo raggiunge la velocità di 45 km/h ed è guidabile anche con una patente AM, quindi da 14 anni; il secondo raggiunge una velocità maggiore (60km/h), dunque è necessaria una patente A1. La batteria può essere fissa o removibile. Nel primo caso l’autonomia sarà di 100 km, nel secondo di 55 km: tuttavia, la batteria estraibile risulta più comoda, poiché, contenuta in una specie di valigia, è possibile ricaricarla ovunque, anche nel proprio appartamento. 

Cosa presentano a Eicma 2022?

A Eicma 2022 viene presentata una nuova funzione del Birò, che non ha più bisogno della chiave, ma è apribile e attivabile con un’app. Ciò lo rende un veicolo perfettamente in sharing, anche privato. In famiglia non ci sarà più bisogno di scambiarsi le chiavi, basterà avere l’app condivisa. 
Questo approccio si ritrova anche nelle scelte ergonomiche. Il Birò si può guidare con i comandi che si trovano sulla corona del volante.   

Finalmente, il mercato dei veicoli elettrici ha raggiunto una maturità tale da permettere all’azienda di raccogliere i frutti di un lavoro sul prodotto, concentrandosi maggiormente sullo sviluppo dei mercati. 

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by