La rivoluzione delle auto elettriche è iniziata e noi ci siamo in mezzo. Solo nel primo semestre del 2021 le immatricolazioni di vetture elettriche a livello mondiale sono aumentate del 109%, con 4,16 milioni di unità vendute. Questi numeri mettono in imbarazzo il 2019, dove le vendite si erano fermate a 1,99 milioni. Data l’esplosione di popolarità, la produzione di auto elettriche è aumentata esponenzialmente e con essa la produzione di materiali per realizzarle. Questo non sarebbe un problema se non fossero coinvolte le batterie elettriche. Ma le batterie sono forse il componente più importante per un’auto elettrica e per realizzarle servono materiali molto specifici. Vediamo quali.

Litio

Il litio è un materiale fondamentale nella realizzazione di batterie elettriche, ma il prezzo sta salendo e di questo passo l’offerta faticherà a stare dietro alla domanda. Come mai? Partiamo dal principio.

Il litio è un minerale che si ricava dalle rocce o dai depositi salini e con il processo di raffinazione si ottiene l’ossido e l’idrossido di litio, forma del litio ideale per la produzione di batterie elettriche. L’80% della produzione di litio viene solo da Australia e Cile, ma riguardo all’esportazione del litio raffinato ci sono Cina e Stati Uniti in testa. Gradualmente il quadro si fa chiaro, essendo una risorsa limitata e bramata dalle grandi potenze non c’è da stupirsi se il prezzo aumenta. Esiste un sostituto per questo materiale così ambito? Forse, non è impossibile ma è una prospettiva ancora lontana.

Cobalto

Il cobalto è un elemento chimico, in natura lo si trova in minerali come arseniuro, solfuro e solfoarseniuro. Probabilmente è il materiale più problematico per la produzione di batterie elettriche. Innanzitutto è un materiale insostituibile, secondo gli scienziati trovare un’alternativa sarà impossibile per ancora diversi anni. Ma i problemi non finiscono qui. La maggior parte della produzione mondiale di cobalto viene dal Congo, il quale non si fa problemi nel reclutare bambini da impiegare nell’estrazione del minerale. Secondo le stime di Amnesty International circa un terzo delle estrazioni di cobalto viene fatta da un minorenne.

Diversi paesi stanno prendendo misure per limitare questo problema, affidandosi a produttori non congolesi oppure andando a cercare altre cave di estrazione.

Nickel

Il nickel è un minerale che è sempre stato largamente utilizzato nella produzione industriale, ma oggi il suo utilizzo ha preso una piega totalmente diversa. Dalla padella alla batteria, oggi il nickel è fondamentale per la produzione di batterie ed è quindi diventato un materiale strategico per i paesi produttori. Indonesia, Filippine e Russia si spartiscono la produzione mondiale di nickel e più si scava più i prezzi aumentano. Persino Elon Musk ha espresso pubblicamente la sua preoccupazione riguardo al nickel. Ma potrebbe esserci una svolta all’orizzonte. Il principale raffinatore di nickel, Tsingshan Group, ha annunciato una nuova tecnologia che sarebbe in grado di convertire ghisa-nickel in metallina al 75% di Nickel. Ma per adesso il problema rimane e rimarrà per ancora diversi anni.

Il paradosso ecologico

Abbiamo visto i tre principali protagonisti della produzione di batterie elettriche. La domanda sorge spontanea: è davvero una scelta ecologica comprare un’auto elettrica? Dopo avervi presentato i dati ognuno è in grado di farsi la propria opinione. Ma nonostante la risposta che vi siete dati è importante ricordare le nostre responsabilità. Se vogliamo ambire ad un mondo più giusto e verde dobbiamo sempre cercare delle alternative migliori. Anche se ci sembra di aver compiuto dei grandi passi in avanti è fondamentale ricordarsi che la strada è ancora lunga.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by