La batteria è la componente fondamentale dei monopattini elettrici. Proprio per questo è indispensabile trattarla con cura e adottare accorgimenti per farla “rimanere in vita” più a lungo possibile ed evitare spiacevoli sorprese.

Ma cosa si può fare per mantenerla nel modo giusto? Ecco alcuni consigli utili per tutti i proprietari di monopattini elettrici, sia dal punto di vista della carica che della manutenzione.

Consigli

Innanzitutto, bisogna ricordarsi di caricare la batteria sempre a freddo, attendendo qualche minuto dopo lo spegnimento del proprio mezzo.

Poi è sempre meglio decidere di metterla in carica non quando è completamente scarica ma quando l’autonomia residua è del 20%, utilizzando il caricabatterie originale del veicolo.

Inoltre è importante non lasciarla ferma per troppo tempo e non caricarla per più di 8 ore; è consigliato comunque rispettare i tempi di ricarica indicati sul libretto d’istruzioni.

È anche sconsigliato utilizzare il proprio monopattino quando le temperature sono molto basse (vicine agli zero gradi) ed evitare di lasciarlo in luoghi con esposizione diretta alla luce del sole o vicino a fonti di calore. La ricarica delle batterie agli ioni di litio è sempre meglio che avvenga in luoghi freschi e asciutti, dove è anche preferibile che venga lasciato il proprio monopattino quando non viene utilizzato.

Accorgimenti sulla base dell’utilizzo

Altri accorgimenti possono essere adottati anche sulla base dei tempi di utilizzo del proprio mezzo; in particolare, se si guida più volte al giorno (per distanze fino a circa 4-5 Km) sono consigliabili delle cariche intermedie di 30-40 minuti, oltre ad una carica completa. Nel caso di un utilizzo moderato, invece, può andare bene una carica di un paio d’ore.

Dopo tutti questi accorgimenti, quale può essere in media il ciclo di vita di una batteria? Tenendo sempre conto che dipende da molti fattori (tipo di utilizzo, caratteristiche tecniche, attenzione che si presta nel mantenerla), in media la durata può partire da un minimo di 1000 cicli fino a un massimo di 1500 cicli.

Manutenzione del monopattino

Passando alla pulizia del monopattino, si consiglia di utilizzare un panno inumidito con acqua, facendo attenzione a non toccare le componenti elettriche (da pulire con panni asciutti).  È molto importante anche la manutenzione del mezzo, controllando spesso il buon funzionamento dei freni e di tutte le componenti, oltre allo stato delle gomme. In caso di problemi, rivolgersi sempre ai rivenditori specializzati.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by