Sì alle auto elettriche più potenti per i neopatentati, no a quelle termiche meno performanti.

Si tratta di uno scherzo? No, è la macchinosa burocrazia italiana che nel 2011 ha partorito una norma intrisa di paradossi. “Per il primo anno dal rilascio della patente – recita il comma 2 bis dell’articolo 117 del Codice della Strada –  non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t  e una potenza massima superiore a 70 kW (95CV)”.

Una norma anacronistica

Ma qual è l’incongruenza di questa norma? Semplice, è del 2011 e dovrebbe essere aggiornata perché sembra proprio non prendere in considerazione la rapida diffusione delle auto elettriche negli ultimi anni. Questi ultimi mezzi, infatti, sulla carta di circolazione non riportano la potenza di picco (che spesso è elevata), ma quella “massima sui 30 minuti”, come previsto da un regolamento dell’Unione Europea.

E questo valore risulta essere sensibilmente inferiore rispetto a quello massimo, ma è valido per la norma italiana sui neopatentati.

L’indagine di Quattroruote

I paradossi sono stati messi il luce ancora più chiaramente da un’indagine pubblicata nel numero di marzo di Quattroruote, il quale ha confrontato modelli di auto analoghi con propulsore elettrico e termico.

Quello che traspare nitidamente è che le prime, che hanno prestazioni più elevate (soprattutto in termini di ripresa) possono essere guidate dai neopatentati, mentre le seconde assolutamente no.

Gli esempi

Ecco qui gli esempi: la Hyunday Kona Electric 64 kWh brucia o-10 km/h in 7,2 secondi e riprende dai 70 ai 120 km/h in soli 5,8, contro i 10,5 e 17,3 secondi della Kona 1-6 CRDi con il motore a gasolio.

Ma non è finita qui: la Volkswagen ID.3 (i cui tempi sono rispettivamente 7 e 6,5 secondi) presenta un divario ancora più rilevante con la T-Cross 1.0 TSI 96 CV (che si ferma a 11,2 e 21,8 secondi).

Qual è quindi il risultato di questa indagine? Semplice: bisogna cambiare questa paradossale norma il prima possibile.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by