guidasostenibile.it

Viaggiare

6 consigli per pianificare al meglio un viaggio con un mezzo green

vacanza con auto elettrica

Secondo i dati dell’associazione dei costruttori europei di automobili (Acea), nel 2020 le vendite di auto elettriche sono incrementate del 204% rispetto all’anno precedente; quelle dei motocicli hanno segnato invece un +84,5% (dati diffusi dall’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Numeri importanti dietro i quali si celano sempre persone in carne e ossa, ognuna con le proprie peculiarità. Così sicuramente, all’interno di questo nuovo bacino di acquirenti, c’è chi ha comprato un’auto elettrica per la prima volta e non è esperto del settore, qualcuno che ne sa di più ma nutre qualche dubbio e qualcun altro che, invece, è ben informato ma accetta comunque dei consigli per sentirsi più sicuro.

Alcuni consigli

In vista delle ferie estive, abbiamo deciso di rivolgerci a tutte queste persone e fornire loro alcuni consigli per programmare al meglio un viaggio, che diventa indispensabile in particolar modo quando ci si muove con la propria auto o moto elettrica.

Come programmare le soste?

  1. Innanzitutto dovete pianificare il vostro percorso, prevedendo nel dettaglio tutte le tappe per fermarvi a ricaricare il vostro mezzo green. Da questo punto di vista, la tecnologia vi può venire in aiuto; esistono, infatti, molte app per la ricerca delle colonnine di ricarica lungo il tragitto.
  2. Tenete in considerazione anche il tempo di ricarica dell’auto; una ricarica completa a 22 kW richiede circa 2 ore di tempo, mentre a 50 kW circa 1 ora, ma esistono anche colonnine ultrafast che consentono di ricaricare il mezzo all’80% in soli 20 minuti, come quelle di Enel X e Free to X, da 300 W di potenza; sui siti internet delle due società potete verificare dove sono situate. Mentre le moto in circa 20 minuti possono essere ricaricate con corrente continua a 20kW fino a 80-85% del loro stato di carica.
  3. È sempre meglio programmare le soste in punti con più allacci o trovare comunque un punto di ricarica di riserva nei paraggi, nel caso in cui la colonnina sia fuori servizio oppure già prenotata.
  4. Andate a ricaricare il vostro mezzo quando l’autonomia non è inferiore al 20%, in modo che possiate fronteggiare eventuali inconvenienti.

Come viaggiare e cosa fare prima della partenza?

  1. Viaggiate a velocità costante e non troppo elevata e evitate di sovraccaricare il veicolo; i bauli portabagagli installati sul tetto delle auto, ad esempio, possono ridurre l’autonomia dal 15 al 30%, così come diminuisce (ma in questo caso in modo più contenuto) l’autonomia con un eccessivo appesantimento dell’abitacolo.
  2. Prima di prenotare il vostro pernottamento, informatevi per capire se l’albergo nel quale vorreste alloggiare ha a disposizione anche le colonnine di ricarica, molto comode per muovervi anche per brevi tragitti nel vostro luogo di villeggiatura. Per questo, ancora una volta, torna utile la tecnologia; EViaggio.it, ad esempio, è una piattaforma online gratuita che permette proprio di trovare hotel e ristoranti che dispongono di punti di ricarica.
Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Viaggiare

Le escursioni in bici a maggio

Il caldo inizia a farsi sentire ma non è ancora eccessivo, la natura è rigogliosa e la voglia di uscire all’aria aperta è sempre maggiore, anche perché siamo alle porte dell’estate; insomma, ci sono tutti gli elementi per far sì che il mese di maggio sia perfetto per le escursioni in bicicletta o in e-bike.

Proprio per questo, abbiamo deciso di proporvi tre itinerari che attraversano differenti regioni d’Italia, in modo che possiate scegliere quello che più vi si addice per approfittare del clima favorevole, cogliendo anche l’occasione per fare un po’ di salutare attività fisica.

Il percorso ciclopedonale tra le Valli di Fiemme e di Fassa

Partiamo dal Trentino, con un percorso ciclopedonale ai piedi delle Dolomiti: quello che attraversa le Valli di Fiemme e di Fassa. Si tratta di un itinerario di 48 km adatto a tutti che si può percorrere in 4-5 ore e che permette di addentrarsi nella natura, tra boschi e torrenti, ammirando il meraviglioso panorama delle Dolomiti.

Tra l’altro, è anche possibile avventurarsi in sella ad una e-bike, visto che in Val di Fassa sono presenti 19 colonnine di ricarica Power Station (sono state installate nel 2019 da Bosch).

La ciclovia tra Mantova e Peschiera del Garda

Spostiamoci poi tra la Lombardia e il Veneto, dove c’è la ciclovia che collega Mantova e Peschiera del Garda. Anche in questo caso, sarete immersi nella natura e potrete godervi la fauna locale e borghi medioevali, seguendo il corso del Mincio e arrivando al Lago di Garda.

La pista ciclabile, la cui lunghezza è di 43 km, è adatta anche alle famiglie ed è molto comoda da raggiungere in treno, visto che si trova vicino alla stazione di Mantova.

La ciclovia dei Borboni da Bari a Napoli

Nella lista, però, non poteva mancare un itinerario nel sud Italia; per questo, vi proponiamo la “Ciclovia dei Borboni“, che collega Bari a Napoli. Parliamo di un percorso di ben 340 km da percorre a tappe che ha un po’ di dislivelli, quindi più impegnativo dei precedenti.

Va anche detto, però, che la fatica è presto ripagata dal suggestivo percorso coast to coast dall’Adriatico al Tirreno, attraversando splendidi paesaggi, santuari antichi, castelli e aree naturali incontaminate.

Ma attenzione: questa ciclovia si snoda solo per l’1% su pista ciclabile, quindi bisogna essere molto prudenti, soprattutto in prossimità dei centri urbani.

Continua a leggere

Viaggiare

Le escursioni in bici durante le vacanze di Pasqua

Le escursioni in bici durante le vacanze di Pasqua

Nel vocabolario delle vacanze pasquali sono immancabili le pietanze prelibate e le uova di cioccolato, ma c’è un’altra parola che si potrebbe aggiungere: bicicletta. Sì, perché dopo ore e ore seduti attorno a tavole imbandite diventa “smaltire” il vocabolo sulla bocca di tutti dopo le festività e per farlo uno dei modi migliori è quello di mettersi in sella alla due ruote per esplorare le meraviglie del nostro Belpaese, in un periodo dell’anno in cui, tra l’altro, il clima diventa più piacevole.

Ecco perché abbiamo deciso di proporvi tre itinerari che abbracciano tutta la penisola: potete percorrerli sia in bici tradizionale sia in e-bike.

Il Naviglio Martesana in Lombardia

Iniziamo dalla Lombardia con la pista ciclabile “Naviglio Martesana“, un percorso di circa 30 km che parte da Milano (dalla Cassina de’ Pomm all’angolo di via Melchiorre Gioia) passando per Cologno Monzese, Vimodrone, Cernusco sul Naviglio, Cassina dei Pecchi, Bussero, Gorgonzola, Gessate e Inzago, per arrivare alla tappa finale: Cassano d’Adda.

Si tratta di un itinerario che è adatto anche alle famiglie e che, nonostante sia alle porte del capoluogo, permette di immergersi nella natura, affiancando il naviglio della Martesana e ammirando anche ville e chiesette storiche ristrutturate.

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini tra Marche e Umbria

Spostiamoci in centro Italia, più precisamente tra le Marche e l’Umbria a Castelluccio di Norcia, dove ci sono ben 14 percorsi ad anello che si snodano all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Una serie di itinerari, da percorrere in mountain bike, che consentono di fare un tuffo nel passato, attraversando sentieri originariamente costruiti per le tregge dei contadini, immergendosi completamente nella natura.

La Riserva Naturale Regionale di Nazzano Tevere Farfa nel Lazio

Concludiamo nel Lazio, all’interno della Riserva Naturale Regionale di Nazzano Tevere Farfa (che si trova a nord di Roma, nella Valle del Tevere nei comuni di Nazzano, Torrita Tiberina, Montopoli di Sabina), dove c’è un percorso ciclopedonale di una decina di chilometri da percorrere in mountain bike, ideale per le famiglie con bambini; permette anche di sostare per un picnic e sono presenti postazioni per osservare la fauna.

Continua a leggere

Viaggiare

Le escursioni in bici a marzo

Escursioni in bici a marzo

Marzo è il mese dal tempo suscettibile, ma non fatevi scoraggiare dal suo brutto carattere perché ci sono dei fantastici itinerari che potete intraprendere anche nel terzo mese dell’anno. Vi proponiamo tre itinerari che sono perfetti per una fuga nel weekend in bici. In famiglia, con degli amici o addirittura da soli, questi percorsi valgono la pena di essere vissuti.

Andezeno-Collina

Giro circolare nei dintorni di Andezeno, questa escursione è ottima per un giro tra amici. Si parte da Andezeno, si tocca Montaldo, Tetti Ottone, Cascina Gambarua, Tetti Baruetto, Tetti Corniglia, si passa accanto al Lago di Arignano per poi tornare ad Andezeno.

È un piacevole sali e scendi nelle colline piemontesi, il tipo di strada è ciclabile perciò nessun auto tra i piedi e la distanza è di circa 23km, in massimo 3 ore avrete finito l’escursione e potrete fiondarvi in una delle trattorie di Andezeno. Andarci con i bambini potrebbe risultare problematico visto il numero di salite, ma con un po’ di buona volontà anche loro riusciranno a completare l’itinerario.

Giro del Lago di Vico

Per il secondo percorso andiamo nel Lazio, nelle vicinanze di Viterbo. Il giro del Lago di Vico è un semplice percorso circolare del lago, perciò potete gestirvi voi il punto di partenza e di arrivo. I molti parcheggi nelle vicinanze danno l’opportunità di rimanere flessibili. 20 km di puro relax: il dislivello è minimo, i posti per fermarsi a fare picnic sono abbondanti e il panorama suggestivo del lago promettono una giornata rilassante. Adatto per i bambini e per chi in bici non ci va da un po’. Consigliamo vivamente per le famiglie.

Giro della Torre Specchia

Come ultima escursione andiamo in Puglia, nei dintorni di Lecce. Si parte da Vernole, si passa per Acquarica, si raggiunge la litoranea da Torre Specchia Ruggeri, si percorre il lungomare fino alla Riserva Naturale Le Cesine, da lì si torna nell’entroterra passando da Strudà fino a raggiungere nuovamente Vernole. Il percorso, lungo circa 34km, è tutto su strada ciclopedonale e ha una pendenza media dello 0%.

È una strada semplice ma la lunghezza dell’itinerario potrebbe risultare scomoda per chi si porta dietro i bambini. Il punto forte sono i paesaggi, la litoranea e il parco Le Cesine offrono delle bellissime viste.

Quindi che aspetti? Tira fuori la bici dal garage e goditi il mese di Marzo!

Continua a leggere

News

Tecnologia14 ore fa

Enovix: le batterie che si ricaricano all’80% in soli 5 minuti

La batteria della vostra auto elettrica è quasi completamente scarica. Trovate nelle vicinanze una colonnina di ricarica, ma non avete...

Mezzi e modelli5 giorni fa

Lightyear One: l’auto elettrica che si ricarica con l’energia solare

Entrerà in produzione il prossimo autunno e il primo veicolo sarà consegnato già a partire da novembre: sono queste le...

Smart City1 settimana fa

Città sostenibili: la strada è tracciata ma il percorso è ancora lungo

Per rendere le nostre città sempre più sostenibili è importante un cambiamento della cultura e delle abitudini dei cittadini. Sicuramente...

Mezzi e modelli2 settimane fa

Jeep Compass 4xe Plug-In Hybrid: amica dell’ambiente

Amate guidare anche fuori strada e ammirare la natura che vi circonda? Se la vostra risposta è affermativa, la nuova...

Mezzi e modelli2 settimane fa

LAMBROgino, il risciò sostenibile

Nelle località turistiche possono essere utilizzati come dei particolari risciò, per portare i passeggeri in giro per la città ad...

Attualità3 settimane fa

Settimana europea della mobilità: focus sul tema connessioni

Dal 16 al 22 settembre torna la settimana europea della mobilità, campagna di sensibilizzazione della commissione europea sulla mobilità sostenibile e...

Attualità3 settimane fa

Jaguar venderà solo auto elettriche a partire dal 2025

Da una parte chi si lamenta per la misura approvata dal Parlamento europeo, con lo stop alle vendite di nuove auto benzina,...

Mezzi e modelli4 settimane fa

2025: arriva la prima Ferrari completamente elettrica

Il circolo è virtuoso: le vendite delle auto elettriche crescono, le case automobilistiche decidono di investire di più in questo settore...

Mezzi e modelli4 settimane fa

Nuova Vespa 50 Special-e 100% elettrica: vintage e moderna

Prendete il vintage, mischiatelo con il moderno, aggiungeteci un tocco di sostenibilità e vi troverete di fronte alla nuova Vespa...

Società1 mese fa

Il Comune di Bari mette al centro sostenibilità e innovazione

Un progetto per partecipare all’avviso pubblico Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – Mobility as a service for Italy (Maas4italy)...

RIMANI AGGIORNATO

Trending

Powered by Green Marketing