2 donne, 2 moto elettriche, 1 viaggio, 4 giorni, 1.000 km, 0 benzina. È stato questo il motto del “Girls Energica Tour”, il primo viaggio in Italia su moto a emissioni zero tutto al femminile. Le protagoniste di questa avventura unica, iniziata il 31 agosto e portata a termine con successo il 3 settembre, sono state Lorena Bega di Milano e Valentina Bruno di Ostuni, tra le più seguite influencer in campo motociclistico.

L’obiettivo del Girls Energica Tour

L’obiettivo? Dimostrare che la moto elettrica non serve solo per i brevi spostamenti in città ma si può tranquillamente utilizzare anche per lunghi tragitti. Il tutto salvaguardando l’ambiente: secondo il centro studi di Save the Planet, infatti, in quattro giorni di viaggio, per un totale di 1.000 km di percorso, sono stati generati solo 20 kg di CO2, risparmiando all’ambiente il 94% di emissioni rispetto alle moto convenzionali. Un progetto, in partnership con il Gruppo Telepass, patrocinato da Legambiente e Save the Planet che “ha lo scopo di disegnare la via dell’elettrico in Italia – si legge sul sito di Telepass -, anche grazie al sostegno di Enegan, e di accendere i riflettori su tutta una serie di iniziative che hanno come comune denominatore la salvaguardia dell’ambiente, l’ecosostenibilità e la tutela del territorio attraverso le tecnologie del futuro prossimo”.

Le caratteristiche delle due moto elettriche

Le due motocicliste sono partite in sella alla Eva EsseEsse9+ ed Eva Ribelle, modelli di punta della gamma Energica, rispettivamente con potenze di 80 e 107 kW, ossia circa 100 e 150 Cv. Due moto di serie che possono raggiungere una velocità massima di 200 km/h. Durante il tour l’assistenza tecnica e logistica è stata fornita dalle concessionarie Elettricorse di Ginestra Fiorentina e GpOne di Milano. I due modelli prevedono quattro modalità di guida: eco, rain, sport e urban.  In modalità eco, le moto in un ciclo urbano tra i 40 e i 60 km orari hanno circa 400 km di autonomia, mentre nell’utilizzo misto 280 Km. Le ragazze hanno ricaricato le loro moto una sola volta al giorno, a dimostrazione che la moto elettrica può essere usata anche su lunghi percorsi.

Le tappe del tour

Una vera e propria avventura all’insegna della sostenibilità, quindi, che è partita da Firenze per concludersi a Ostuni (Puglia) facendo tappa in alcuni luoghi cosiddetti “green”, caratterizzati dal rispetto e dalla tutela dell’ambiente: dall’ospedale delle Tartarughe Marine di Riccione, alle attività di pesca sostenibile nelle Marche, passando poi per la Via Verde dei Trabocchi, fino ai progetti di mobilità alternativa della Provincia di Bari.

Share.
GUIDASOSTENIBILE_ICO

Le informazioni sono raccolte attraverso siti di parti terze. Guida Sostenibile non si assume la responsabilità della loro veridicità. Consigliamo un confronto con le case produttrici prima di effettuare un acquisto.
Per informazioni scriveteci a info@guidasostenibile.it per contattare la redazioni scrivete a redazione@guidasostenibile.it

Project by